Home » Benessere » Sclerosi Multipla: nelle Marche si sperimenta la cura del prof. Zamboni sui malati

Sclerosi Multipla: nelle Marche si sperimenta la cura del prof. Zamboni sui malati

La regione Marche è la prima a sperimentare la cura del professore Paolo Zamboni.
A Civitanova si è tenuto un convegno molto importante intitolato “Ccsvi e Sclerosi multipla – proviamo a capire la Grande Idea” dove è stata presentata la sperimentazione.

Allo studio del prof. Zamboni manca solo l’autorizzazione della Regione e poi la sperimentazione potrà partire in maniera ufficiale.

Il merito della terapia, oltre ad andare allo scopritore, va alla fondazione Carima che si è occupata dei finanziamenti in quanto ha donato circa 100 mila euro affinché il progetto potesse essere sperimentato sui malati.

La somma è significativa anche per il fatto che sancisce la presenza di persone che credono nello studio e ripongono fiducia nell’esperienza e nell’intelligenza del dottore ferrarese.

Renzo Borroni, direttore della fondazione, dice di aver finanziato con molto entusiasmo l’acquisto dell’ecodoppler, strumento essenziale per la diagnosi della malattia. La sua speranza è quella di poter finanziare ancora il progetto e altri progetti che portino a passi in avanti nelle cure.

I pazienti coinvolti nella sperimentazione saranno circa 250.

La ricerca del professor Zamboni ha portato a sviluppare alcune convinzioni. La prima fra tutte quella che la condizione che porterebbe allo sviluppo della malattia deriverebbe dal restringimento dei vasi e ad un conseguente troppo lento drenaggio del sangue proveniente dal cervello. Ciò provocherebbe così accumuli anormali di ferro, e per tale motivo il ricercatore, avrebbe pensato di concentrare la sua attenzione proprio sui vasi sanguigni, cause scatenanti dell’aggravarsi della malattia. Intervenendo su di essi si potrebbero evitare alcuni danni importanti ed alleviare sia i sintomi che i dolori. Bisogna intervenire, riportando i vasi alle dimensioni originarie grazie ad un palloncino.

Si spera che la terapia funzioni e che possa curare tante persone che da anni combattono contro questa malattia.

admin

10 commenti

  1. Intanto Grazie Prof.re per il suo impegno.
    Avrei bisogno di mettermi in contatto con lei
    per fissare un appuntamento.
    Sono malata di Sm da 11 anni e vorrei capire
    se il suo metodo è compatibile con il mio stato di salute.
    Grazie
    3663986875

  2. anche io vorrei avere un recapito per mettermi in contatto con il professore per l’ecodoppler..anche io sono malata da 11 anni di sm da quando avevo 14 anni,ora ne ho 25..grazie..3336924401

  3. sono una ragazza affetta da sm da 15 anni, vorrei mettermi in contattocon LEI per fissare un appuntamento per poter partecipare alla sua ricerca,grazie.

    • La ns. redazione è riuscita a recuperare da alcune ricerche su internet questo recapito telefonico del Prof. Zamboni, non sappiamo se è quello giusto. Vi consigliamo comunque di provarci.

      Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara
      tel. 0532236524

      Buona fortuna

  4. Caterina Cerra

    Salve, mi sto’ rendendo conto di essere una delle tante gocce in questa odissea straziante, mi trovo impigliata nella ragnatela da più di 16 anni, NON CE LA FACCIO PIU’: Son passata dal rebif 44 insopportabile al 22, sono stanca nel raccontare tutto ciò che ho passato. Professor Zamboni, non ho parole da aggiungere, voglio fare questo esame della vena giugulare “se così va definita” a chi mi devo rivolgere dove? Per favore mi faccia sapere. Caterina Cerra – Roma – acquariale@libero.it

    • Provi a contattare questo numero del prof. Zamboni.

      Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara
      tel. 0532236524

  5. Davide Ercole Regazzi

    egr dr Zamboni, sono davide. Ho la sfortuna di avere la SM da 27 anni. Non mi sono arreso nonostante la mia vita sia stata costellata di attacchi. Ora sono giunto allo STOP; anche io medico e con famiglia posso solo vivere nella disperazione la continua progressione della mia disabilità. E’ di recente nota la scoporta da lei ottenuta! Vorrei assolutamente sperimentare il suo metodo.
    grazie Davide

  6. la mia ragazza e’affetta da sm dall’eta’ di 16 anni.vorrei un consulto piu’approffondito riguardo le sue sperimentazioni in materia.
    per qualsiasi contatto chiamare 339/6974130

  7. Buongiorno Professore,
    da tempo mi interesso alla sua ricerca e vorrei sapere se anche per i casi, o alcuni casi, di sla si può intervenire con il suo metodo. A mio zio è stata diagnosticata da 3 mesi la sla che gli ha già intaccato il diaframma. Potrebbe partecipare alla sua ricerca? Noi siamo nelle Marche e potremmo metterci in lista per la sperimentazione. Mi contatti la prego: Elettra Luchetti – 348 1730943 – elegea71@libero.it Aspetto una sua vitale e gentile risposta.

  8. vorrei poter effettuare l’esame, sono malata da 23 anni.

x

Guarda anche

Il rimedio contro la sclerosi multipla è forse nell’intestino

Il nostro intestino è un universo incredibile di vita. Convivono micro organismi “buoni” e altri ...

Condividi con un amico