Home » Benessere » Le cellule staminali sono in grado di produrre tessuto osseo danneggiato dalla piorrea

Le cellule staminali sono in grado di produrre tessuto osseo danneggiato dalla piorrea

Grazie a una ricerca effettuata dalla Clinica odontoiatrica dell’Università di Milano-Bicocca, insieme all’ospedale San Gerardo di Monza, gli studiosi, hanno scoperto che le cellule staminali del midollo sarebbero capaci di produrre tessuto osseo.

Le staminali sono cellule presenti in ogni organismo. Si distinguono dalle altre poiché sono cellule non differenziate, o non specializzate, nel senso che non hanno ancora una funzione ben precisa all’interno dell’organismo stesso.

Il midollo osseo è la sede privilegiata di un elevato numero di cellule staminali, ematopoietiche e mesenchimali, in grado di dare origine a numerosi stipiti cellulari (cellule del sangue, del muscolo, dell’osso, della cartilagine, del fegato, dei vasi e così via). Pertanto, anche la fonte ideale per il reperimento di popolazioni cellulari ad alto potenziale rigenerativo. E i ricercatori, oggi, dimostrano la loro utilità anche nella riproduzione del tessuto osseo danneggiato dalla piorrea.

Questa patologia è infiammatoria, colpisce e distrugge l’apparato di sostegno dei denti, in seguito a diversi fattori. Il tutto parte da una cattiva igiene orale: tartaro e placca sono dei fattori di rischio, ma influiscono anche fumo, anemie, carenze nutrizionali, malattie sistemiche come il diabete, e squilibri ormonali, metabolici e immunitari. Nell’avanzare dell’infiammazione, i germi si accumulano sulle superfici dentali.

Poi subentrano le tossine, gli enzimi e i metaboliti prodotti che penetrano nelle gengive, generando un processo infiammatorio. Si assiste, così, a una cosiddetta retrazione gengivale, con formazione delle tasche. Ma tale aggressione colpisce anche l’osso, con formazione di ascessi locali, denti vacillanti e dislocati, e tasche sempre più profonde, provocando in seguito la caduta spontanea del dente. E proprio quando i tessuti ossei sono stati danneggiati, in aiuto arrivano le cellule staminali.

«Qualcuno, anche recentemente, ha osato mettere in discussione i rapporti tra Ospedale San Gerardo e Università Bicocca, ma questo connubio è reale e la conclusione della decennale sperimentazione sulle cellule staminali ne è la prova».

Così, con un filo polemico neanche troppo velato, Giuseppe Spata, direttore dell’azienda ospedaliera San Gerardo di Monza, si è espresso in calce alla conferenza stampa sulla conclusione della sperimentazione con le cellule staminali per la cura delle malattie paradontali, condotta dalla Clinica odontoiatrica dell’Università Milano-Bicocca.

admin

0 Commenti

  1. come posso avere accesso alla sperimentazione ? ho la piorrea

    • Giovanna Manna

      Ci dispiace ma non possiamo aiutarla, possiamo solo consigliarle di contattare la Clinica odontoiatrica dell’Università di Milano-Bicocca e l’ospedale San Gerardo di Monza che sono i centri che hanno seguito la ricerca, inoltre ne parli con il suo dentista di fiducia.

x

Guarda anche

Giornata mondiale della salute orale, carie affligge sempre più bambini

Si celebra oggi, martedì 20 marzo, la Giornata mondiale della salute orale. Si tratta di ...

Condividi con un amico