Home » Benessere » I bimbi nati in provetta sono più a rischio di avere un tumore entro i 19 anni

I bimbi nati in provetta sono più a rischio di avere un tumore entro i 19 anni

Secondo una ricerca svedese pubblicata dalla rivista “Pediatrics”, i bambini nati da fecondazione assistita hanno una maggiore probabilità di avere un tumore entro i 19 anni.

I ricercatori sostengono che ci sia un rischio saperiore alla media (il 42% in più), ma le cause non sono da attribuire alle tecniche di fecondazione assistita, bensì alle condizioni che hanno portato all’infertilità dei genitori.

Lo studio ha coinvolto bambini nati in vitro tra il 1982 al 2005 e facendo un indagine si è stimato che, i bambini nati da PMA e che avevano sviluppato un tumore prima dei 19 anni erano 53 e quelli nati naturalmente 38.

Le patologie emerse come più frequenti sono state: leucemie e tumori cerebrali, 18 i casi di tumori del sangue, in 17 bambini si sono manifestati, infatti, tumori dell’occhio o del sistema nervoso centrale, mentre 12 hanno sviluppato altri tipi di tumori solidi.

Gli specialisti della Hfea (organismo inglese responsabile delle tecniche di fecondazione assistita), hanno spiegato che concepire un figlio in provetta è una procedura medica, per questo è bene che i genitori siano al corrente riguardo i possibili rischi che sono comunque molto pochi, in quanto la maggior parte dei bambini nati in vitro sono del tutto sani.

admin

x

Guarda anche

Sappiamo riconoscere il dolore? Proviamo a capirlo domani

Sappiamo riconoscere il dolore? Sappiamo valutarlo e utilizzarlo, se è il caso, a nostro vantaggio? ...

Condividi con un amico