Home » Benessere » Consigli per la cura della pelle dopo le vacanze

Consigli per la cura della pelle dopo le vacanze

Al rientro dalle vacanze, spesso la pelle appare secca e segnata a causa dell’esposizione solare: è ora, più che mai, che bisogna porre la dovuta attenzione sul discorso idratazione, applicando un’emulsione specifica a seconda del proprio caso specifico.

Le varie tipologie di pelle possono essere: normale, secca (o disidratata), grassa, mista, senile (o avvizzita), sensibile (o couperosica).

Pelle normale: la pelle normale ha un aspetto disteso, compatto, liscio, si presenta luminosa e fine. I prodotti da stendere su una pelle normale prima dell’applicazione del fondotinta si limitano ad essere creme dalla consistenza leggera e dalle proprietà idratanti, i cui principi attivi svolgono attività di prevenzione e mantenimento senza però interferire con i meccanismi spontanei del corretto funzionamento della pelle. Purtroppo è la tipologia meno frequente fra tutti i tipi di pelle.

Pelle secca: la pelle può essere secca perché disidratata (quando è carente di acqua), oppure a causa della scarsa produzione di sebo, talvolta per entrambi i motivi contemporaneamente. E’ un tipo di pelle sottile, predisposta alle screpolature e alle spaccature, presenta pori molto fini e sottili. La barriera esterna formata dalle sostanze grasse è carente, quindi non sufficiente a garantire l’idratazione profonda: in pratica l’acqua presente nella pelle non viene trattenuta ed evapora. La pelle secca, inoltre, è particolarmente sensibile agli effetti degli agenti atmosferici (sbalzi di temperatura, freddo, caldo, ecc.). I prodotti più adatti prima di applicare la base sono emulsioni cremose ricche di fattori idratanti naturali. Su questo tipo di pelle è particolarmente indicato applicare proprio una crema emolliente nutriente, attendere qualche minuto (10 minuti sarebbero l’ideale) in modo che la crema si sia completamente assorbita, toglierne l’eventuale eccesso con la velina, dopo di ché procedere al trucco. Questo accorgimento permette al fondotinta di scivolare meglio e quindi di poter essere steso in maniera più trasparente e naturale.

Pelle grassa: la pelle grassa è caratterizzata dal tipico aspetto lucido dovuto all’eccessiva produzione di sebo (sostanza grassa naturale che difende la pelle), che le conferisce un aspetto lucido e leggermente untuoso. È proprio la secrezione eccessiva delle ghiandole sebacee (seborrea) a causare queste problematiche, spesso accompagnate alle alterazioni dovute all’ispessimento dello strato corneo (cheratosi ed ipercheratosi). Essa può essere oleosa e con i pori dilatati, oppure asfittica ed impura (con presenza di comedoni e punti neri). L’eccessivo livello di testosterone nel sangue è spesso la causa principale della pelle grassa, sia nell’uomo che nella donna. Può essere anche provocata da altri fattori, come il fumo oppure un’alimentazione scorretta. Bisogna evitare assolutamente creme e fondotinta a base grassa, che occludono i pori e possono accentuare la complicazione più frequente della pelle grassa, ossia l’acne. L’ideale è preparare la pelle al trucco applicando semplicemente del tonico analcolico, oppure prodotti astringenti anti-shine, in crema o in fiala (anche se poi creano una sorta di pellicola sull’epidermide che rende difficoltosa l’applicazione del fondotinta).

Pelle mista: è la tipologia di pelle più comune, ossia in parte grassa ed in parte secca. Solitamente è grassa nella cosiddetta zona “T” (fronte, naso e mento). Prima del fondotinta và applicata un’emulsione idratante specifica per questo tipo di pelle.

Pelle senile o avvizzita: con il passare degli anni la pelle presenta cedimenti e rilassamenti, diventa più secca ed anelastica, e comincia a raggrinzirsi. La sua pigmentazione presenta spesso macchie sulle palpebre e sulle tempie e le rughe si accentuano in maniera considerevole. L’emulsione da applicare prima del trucco deve essere assolutamente ricca e nutriente. E’ bene sapere che a volte è giusto anche mescolare un pò di crema al fondotinta stesso, per renderlo ancor più leggero (quindi maggiormente adatto a questa tipologia di pelle).

Pelle sensibile o couperosica: la pelle sensibile è morbida, sottile, delicata, ma estremamente fragile e si arrossa facilmente. Essa và protetta con particolare attenzione dagli agenti chimici e ambientali esterni, poiché si irrita appunto con estrema facilità. Prima del fondotinta, questo tipo di pelle và “schermata” con un prodotto che, oltre ad idratare, sia specificatamente ipoallergenico, in modo da evitare infiammazioni, arrossamenti e prurito.

Spesso inoltre, dopo prolungate esposizioni solari (a causa di un ispessimento dello strato corneo), l’incarnato tende ad assumere un aspetto spento e grigiastro, mentre se lo strato corneo è sottile, l’incarnato appare maggiormente trasparente e rosato: ricorrere ad un peeling leggero e periodico rappresenta davvero la miglior soluzione.

Make-up Artist
Roma

admin

x

Guarda anche

Peaches and Cream, nuova collezione Too Faced

Appuntamento il prossimo 31 agosto, in esclusiva da Sephora, con la nuova Peaches and Cream ...

Condividi con un amico