Home » Benessere » Smascherato dai Nas il "dottor hard" scoperto anche da "Striscia la notizia": rinvio a giudizio

Smascherato dai Nas il "dottor hard" scoperto anche da "Striscia la notizia": rinvio a giudizio

Scoperto un anno fa dalle telecamere di “Striscia la notizia”, il dottore di Guastalla (Reggio Emilia), è stato smascherato, anche da un blitz dei Nas di Parma nel suo studio medico in via Cisa Ligure, dopo diverse segnalazioni di pazienti che avevano subito abusi sessuali.

Il “dottor hard” (questo il nome attribuito dal programma televisivo), si chiama Emilio De Tata, ha 54 anni.

Durante il Tg satirico, il dottore difese il suo comportamento dichiarando che praticava con le pazienti solo “un lavaggio energetico ed emozionale”.

De Tata è stato rinviato in giudizio per truffa, violenza sessuale, tentata somministrazione di medicinali scaduti e concorso in esercizio abusivo della professione di dentista.

Secondo gli inquirenti la tecnica usata era quella di portare a far credere alle pazienti di avere problemi sessuali (un blocco sessuale o emozionale) con la successiva proposta di un «massaggio», poi faceva sdraiare le donne, a occhi chiusi, su un lettino per baciarle e palpeggiarle nelle parti intime, riuscendo con qualcuna ad arrivare anche a toccamenti più profondi.

Fra l’altro alcune pazienti avrebbero detto d’essere state come ipnotizzate e d’essere uscite stordite dallo studio del medico.

Su De Tata, indaga la Procura di Reggio Emilia e l’ Ordine provinciale dei medici, oggi inoltre ci sarà anche un intervento da parte del sindaco di Guastalla Maurizio Dallasta.

admin

x

Guarda anche

Amici a quattro zampe in ospedale in visita ai pazienti

Gli amici a quattro zampe potranno finalmente entrare in ospedale per fare visita ai pazienti ...

Condividi con un amico