Home » Benessere » Il cloro delle piscine nuoce alla salute, a rischio cancro

Il cloro delle piscine nuoce alla salute, a rischio cancro

Secondo uno studio, pubblicato sullo US Journal Environmental Health Perspectives con a capo diversi ricercatori iberici del Centro di Ricerca per l’epidemiologia ambientale (Creal) e dell’Istituto di Ricerca dell’Ospedale del Mare di Barcellona, il cloro, il bromo ed altri disinfettanti, utilizzati per la pulizia delle piscine, possono causare mutazioni del Dna umano e anche l’insorgenza del cancro.

Gli scienziati sono arrivati a questa conclusione dopo aver sottoposto ad analisi del sangue e delle urine 49 volontari, che avevano nuotato per 40 minuti in piscina coperta, prima disinfettata con il cloro.

Dagli esami fatti è emerso, un aumento in due marker biologici di genotossicità, nel sangue come nelle urine.

Gli studiosi hanno potuto individuare oltre 100 sottoprodotti chimici nelle piscine, che usano il cloro come disinfettante, infatti la loro formazione si deve alla reazione chimica di cloro e bromo con materiali organici rilasciati dagli stessi utenti, come sudore, cellule morte della pelle e urine.

Ebbene, non sconsiglia la frequentazione della piscina, considerati i vantaggi per la salute garantiti dal nuoto ma, “gli effetti positivi per la salute del nuoto possono essere migliorati riducendo i livelli di cloro. In nessun caso vogliamo impedire di nuotare, semmai incoraggiare la riduzione dei prodotti chimici usati nelle piscine”.

admin

x

Guarda anche

Morte Mattia Dall’Aglio, un’inchiesta chiarirà le cause del decesso

Il mondo del nuoto italiano è in lutto per l’improvvisa e tragica scomparsa di Mattia ...

Condividi con un amico