Home » Benessere » Ricostruzione unghie. I consigli della nostra esperta

Ricostruzione unghie. I consigli della nostra esperta

La bellezza delle nostre mani è caratterizzata dalle nostre unghie le quali però possono essere fragili o rompersi facilmente.

Le cause possono essere molteplici. La ricostruzione delle unghie non è solo una moda.
Il riscoprire una parte del nostro corpo che è stata spesso trascurata a volte bistrattata, è l’accorgersi che le unghie ben curate hanno il potere di conferire ai nostri gesti e al nostro stato d’animo un senso di maggiore sicurezza, è la voglia di coccolarci e prenderci cura di ciò che di femminile ci contaddistingue.

L’unghia naturale deve essere adeguatamente preparata a ricevere il prodotto per la ricostruzione. Questo avviene applicando particolari sostanze chimiche non dannose per l’unghia stessa. Ci sono diversi metodi per ricorrere alla ricostruzione delle unghie: la ricostruzione con la tip, ossia allungamento con un unghia in resina lavorata poi con acrilico o gel arrivando ad un risultato estremamente naturale.

Se la base lo consente, si può effettuare l’allungamento con gel o acrilico aiutandosi con un supporto di carta che quando il prodotto diventa duro si toglie lasciando la lunghezza e la forma desiderata. Molto spesso, purtroppo, si incappa in spiacevoli inconvenienti poichè ci si rivolge a persone che non sanno fare bene il proprio lavoro.

Questo può avvenire sia a chi si rivolge ad un centro estetico sia a coloro che si fanno fare le unghie in casa pensando di risparmiare. Spesso le persone inesperte creano ingenti danni alle nostre unghie naturali e purtroppo è per questo che molti hanno dedotto che la copertura o la ricostruzione sia dannosa ma non è così, si è solo incappati in un’onicotecnica sbagliata.

Ecco poche regole per non avere brutte sorprese:

– diffidate da chi chiede poco per una ricostruzione. I prodotti buoni costano molto perciò non ci sarebbe guadagno per l’operatrice

– informatevi sui prodotti e fatevi mostrare dei lavori reali e non foto prese da internet o dai giornali

– informatevi sui metodi utilizzati (gel o acrilico)

– domandate se fanno servizio di refil

– informatevi in quanto tempo l’onicotecnica lavora e se utilizza la fresa (questa può causare seri problemi)

– assicuratevi se ha sostenuto dei corsi riconosciuti e attestati

– durante la preparazione dell’unghia non si deve sentire dolore e non deve diventare rossa

– assicuratevi che il prodotto utilizzato abbia un liquido corrispondente per sciogliere il lavoro nel caso uno si stufi di tenerlo

Ricordatevi è impossibile farsi da soli una ricostruzione unghie o un nail art. Diffidate da corsi veloci per impare. Un’onicotecnica professionista ha sulle spalle una scuola, la frequentazione di più di un corso,aggiornamenti continui e tanti anni di esperienza.

Emanuela Cingolani
Make-up/ Nail-art/ Hair-stylist
Roma

admin

x

Guarda anche

La Nail art: origini e consigli fai da te

Oggi il decorare le unghie: si chiama Nail Art, è può essere definita una vera ...

Condividi con un amico