Home » Benessere » Approvato un nuovo farmaco che cura le recidive di Sclerosi multipla

Approvato un nuovo farmaco che cura le recidive di Sclerosi multipla

La “FDA’’ (Food and Drug Amministration), importante ente governativo americano che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, ha approvato ieri la Gilenya, nota anche come Fingolimod, la prima terapia orale che può combattere le forme recidive di Sclerosi Multipla.

Il nuovo farmaco si appresterà sarà prodotto dalla “Novartis’’, azienda multinazionale svizzera che opera in questo settore.

Fingolimod, riduce le ricadute e contribuisce a diminuire anche i problemi fisici e cerebrali legati alla sclerosi a placche.

Il farmaco è stato sperimentato per diversi anni su 2.600 pazienti, sembra essere sicuro come medicinale e con ogni probabilità sarà in grado di rivoluzionare le normali cure per la SM. L’immunomodulatore agisce con una proteina recettore, S1P, (recettore 1 della sfingosina-1 fosfato).

A quanto pare, la sua attività sul sistema immunitario si manifesta impedendo ai linfociti, cellule specializzate del sistema immunitario, di migrare nel cervello e nel midollo spinale. Gli studiosi della “Novartis’’, hanno accertato che Fingolimod presenta un’efficacia superiore all’interferone beta-1a IM, una delle terapie più utilizzate contro la sclerosi.

Se si conta che fino ad oggi la maggior parte delle terapie venivano somministrate per via iniettiva o per infusione, Gilenya costituisce una vera e propria rivoluzione nell’aspra battaglia che la scienza conduce da decenni contro la sclerosi multipla.

admin

x

Guarda anche

Scoperte le “molecole cattive” della Sclerosi Multipla

“Annals of Neurology” pubblica un interessante studio internazionale che coinvolge anche l’Italia, con la partecipazione ...

Condividi con un amico