Home » Benessere » Approfondimento all'articolo: Una provocazione della psicologia sul concetto di tradimento

Approfondimento all'articolo: Una provocazione della psicologia sul concetto di tradimento

Noto con estremo piacere che la discussione da me aperta sul concetto di tradimento ha sortito l’effetto sperato; credo pero’, sia importante definire ulteriormente i parametri al fine di non sconfinare da una provocazione psicologica ad una inquisizione morale.

Il tradimento in una ottica psicodinamica e’ il mancato rispetto verso quegli obblighi presi non verso l’altro, ma verso se stessi; vale a dire, non professarsi e mostrarsi ipocritamente diversi solo per compiacere o non avere beghe col partner.

Il tradimento, avviene quando si compromettono le integrità psichiche, quindi l’equilibrio, sia proprio che della coppia.

Non e’ l’espressione di un piacere furtivo a compromettere le relazioni, ma il creare relazioni affettive parallele e/o extraconiugali andando a mancare in quelle responsabilità di ordine pratico e affettivo che si devono avere nei riguardi del proprio compagno/a di vita.

Il lavoro dello psicologo, dello psicoterapeuta e quant’altro, non e’ quello di dare un rilievo morale o religioso, ognuno ha e fa i conti con la propria coscienza; credo pero’ in base alla mia esperienza di terapeuta che non sia il momento di trasgressione fine a se stesso a compromettere l’affetto e la relazione di coppia, tutt’al più, può essere un buon principio di interrogazione sulla soddisfazione del rapporto ma non e’ questo che lo determina.

Uscendo dal buonismo e dal singolo parere personale, e’ dimostrato che dove la prostituzione ad esempio e’ tollerata o addirittura accettata il numero di divorzi e’ inferiore del 15%.

Se fossero riaperte le case chiuse, si sfascerebbero molte meno famiglie, ci sarebbe meno ipocriti in famiglia e ci si innamorerebbe meno di queste fugaci avventure avvolte più dal misterioso e peccaminoso rispetto al vero sentimento.

Ribadisco, il mio non e’ un lavoro che deve indicare rettitudini morali, ma deve sollevare delle interrogazioni e portare al maggior equilibrio possibile con se stessi, e chi ci sta attorno, non dimenticando mai la nostra natura umana e fallibile….

Auguro a tutti (non di essere traditi), ma di prendere coscienza che se io desidero qualcuno e il mio atteggiamento verso il partner abituale cambia, io sto già tradendo.

a cura del Dr. Paolo Pozzetti
Psicologo Psicoterapeuta

admin

9 commenti

  1. mi sembra un discorso pieno di contraddizioni….

  2. …il desiderare qualcosa o qualcuno nasce, secondo me,da esigenze personali che a seconda delle esperienze(familiari di crescita e personali) ci portano a desiderare persone differenti in momenti differenti della nostra evoluzione personale… quello che come percorso si puo’ raggiungere con l’analisi si puo’ raggiungere,secondo me, anche per esperienza di vita vissuta… forse solo quando veramente sappiamo chi siamo,chi vogliamo essere e cosa vogliamo provare dovremmo scegliere qualcuno come compagno di vita…(se lo desideriamo naturalmente un campagno di vita)rispettando la libertà della nostra crescita e delle nostre emozioni…una cosa che ho notato nella cultura del maschio italiano( e ditemi se condividete) è che molto spesso non è capace di vivere la trasgressione, anche sessuale, con quella che è come figura “la moglie o futura madre dei suoi figli”…

  3. C’è una frase che dice:” Io dopo due giorni non sono più lo stesso e’ cambiato tutto di me,ogni centimetro della mia pelle dopo un giorno non e’ più la stessa…pensi davvero che in me possa albergare un sentimento più di un ora e dire che era lo stesso che provavo prima ?”
    Ovviamente questo e’ un espressione limite,come provocatoria (ma vera) era la lettura del concetto di tradimento… Ognuno ha la sua espressione e la sua realtà.Una cosa e’ certa ha sortito l’effetto che doveva… Sia su i traditori che su i traditi.

  4. ..mi dispiace per lei dott pozzetti…..ma le nostre frasi non erano per il suo articolo, ma solo un modo di provocare lei…

  5. baloo ike e tufello erano i pensieri di una stessa persona che voleva solo provocarla dottore…il suo articolo è confusionario, poco chiaro, pieno di termini forbiti e altisonanti, scarsi concetti…dopo la seconda frase ci si perde e non si riesce più a seguire il discorso..

  6. Aquila nun capit muscas

  7. VANITAS VANITATUM ET OMNIA VANITAS

  8. cari ike e baloo siete ingiusti nei confronti di chi ci da lo spunto per guardare dentro noi stessi e non ci giudica nell’errore del tradire… ma vuole solo che si inneschi in noi una domanda …

  9. Le donne tradiscono quando non sono più innamorate del proprio partner come una volta: gli uomini tradiscono nonostante possono essere ancora innamorati pazzi della propria donna

x

Guarda anche

Genova: scoperti 8 bordelli in pieno centro

Non sapevano di essere intercettate dai carabinieri le due donne  che gestivano 8 case d’appuntamenti ...

Condividi con un amico