Home » Benessere » Il nostro cervello si attiva per gli amici

Il nostro cervello si attiva per gli amici

Secondo i ricercatori di Harvard, la corteccia mediale anteriore è la zona del cervello che si occupa dei processi relazionali come l’interpretazione di altri e l’empatia, ebbene questa parte di materia grigia, si illumina quando l’uomo cerca di comprendere i sentimenti e le azioni del prossimo.

Sono due a dire degli scienziati, le forze che attivano il nostro sistema nervoso: la somiglianza e la familiarità. Quest’ultima, presuppone una precedente condivisione di esperienze con il proprio caro.

Durante il loro studio, gli esperti hanno voluto capire per quale delle due il cervello percepisce più intensamente. Dai risultati ottenuti, emersi dopo un’analisi su un centinaio di giovani sottoposti ad un test di previsione di comportamento altrui (amici, parenti) e dopo una risonanza magnetica, come la familiarità possa influenzare la corteccia mediale anteriore.

Da questo studio si apprende che la socialità, intesa come atteggiamento involontario mirato a conoscere gli altri ed a provarne affetto, ricopre un ruolo fondamentale per il nostro cervello.

admin

x

Guarda anche

Ecco il “verme” dei cani che può colpire i bambini

Dall’America arriva una notizia inquietante che dovrebbe preoccupare chiunque abbia un animale, o meglio un ...

Condividi con un amico