Home » Benessere » Con una piccola scossa elettrica al cervello si migliora in matematica

Con una piccola scossa elettrica al cervello si migliora in matematica

Secondo i neuroscienziati britannici con una piccola scossa elettrica in alcune parti del cervello si possono migliorare le abilità di un soggetto non abile in matematica, anche per sei mesi.

I ricercatori dell’Università di Oxford hanno studiato 15 volontari di età compresa tra i 20 e i 21 anni.

Ebbene, durante questo studio che è durato sei giorni, i volontari sono stati trattati con una scossa a bassa intensità nella zona del cervello chiamata lobo parietale, non presentando nessuno di loro effetti collaterali.

Cohen Kadosh, a capo della ricerca ha così spiegato: “Le stimolazioni elettriche non potranno trasformarci in un novello Einstein ma con un pizzico di fortuna ci aiuteranno a risolvere più facilmente i problemi matematici”.

Poi ha anche aggounto che questa tecnica potrebbe rivelarsi utile anche per chi ha perduto le abilità matematiche a causa di un ictus o una malattia neurodegenerativa.

I risultati della sperimentazione sono stati pubblicati sulla rivista «Current Biology».

admin

x

Guarda anche

Matematica aiuta sviluppo del linguaggio

La matematica aiuta lo sviluppo del linguaggio. A sostenerlo sono i risultati di un recente ...

Condividi con un amico