Home » Benessere » Ospedale S. Anna di Ferrara: approvazione protocollo per metodo Zamboni

Ospedale S. Anna di Ferrara: approvazione protocollo per metodo Zamboni

Il protocollo della sperimentazione promossa dall’Emilia Romagna per la diagnosi e il trattamento della Ccsvi, patologia che secondo la teoria del prof. Paolo Zamboni sarebbe associata all’insorgenza della sclerosi multipla, è stato approvato dal comitato etico dell’ospedale S. Anna di Ferrara.

A questo punto la sperimentazione potrà essere avviata.

Il protocollo si compone di due fasi: un accertamento di tipo diagnostico e la verifica dell’esito terapeutico dell’intervento definito di ‘liberazione’, perchè comporta la disostruzione delle vene della testa e del torace nei pazienti.

Tra gli obiettivi principali della sperimentazione promossa da Zamboni ci sarebbe la volontà di dimostrare che c’è un legame tra la Ccsvi e la sclerosi multipla. Un punto su cui molti specialisti non concordano.

Anche lo studio promosso dall’Aism-Fism, sempre in merito alla Ccsvi, ma con un approccio diverso rispetto all’aspetto epidemiologico e diagnostico (manca l’intervento terapeutico) è partito in tutta Italia, ma il prof. Zamboni nè ha poi preso le distanze proprio per le difformità che lo rappresentano.

admin

0 Commenti

  1. Ho molte speranze nel progetto Zamboni, fate presto a realizzarlo, ogni istante è prezioso.

  2. una mia amica è in uno stato molto avanzato della malattia, mi ero informato per poterla far vedere all’equipe del prof. Zamboni, ma di recente mi è stato riferito che il prof. ha interrotto il protocollo. Cosa mi consigliate? Lei ha già prenotato privatamente a Roma l’esame dell’ecodopleer giugulare, che facciano andiamo avanti? Ma poi chi potrà operarla se ne avesse bisogno. E nel caso della malattia molto avanzata sarà uitile questo tipo di intervento. Grazie per la risposta

x

Guarda anche

Dedicato ai compagni forti di donne coraggiose

Si chiama #afiancodelcoraggio, ed è uno dei progetti sociali più belli in assoluto, quello promosso ...

Condividi con un amico