Home » Benessere » Anziani: vivono di più quelli che hanno un passo veloce

Anziani: vivono di più quelli che hanno un passo veloce

Secondo una ricerca dell’Università di Pittsburgh (USA), diretta dalla dottoressa Stephanie Studenski e pubblicata su “Journal of American Medical Association” (Jama), alcuni movimenti delle persone anziane, sono utili per poter prevedere quanto la loro vita sarà lunga.

La Studenski e il suo team hanno studiato un campione di volontari formati da 34.485 adulti di età superiore ai 65 anni.

Ebbene tali soggetti sono stati presi in osservazione dal 1986 al 2000. In questi 14 anni hanno eseguito diversi test camminando, a passo normale o sostenuto, percorrendo distanze di 6-8 metri.

Dai risultati ottenuti, gli esperti hanno misurato la loro velocità di movimento, che si attestava in media in 0,92 metri/secondo.

Da ciò i ricercatori, hanno evinto che la velocità di camminata è un buon indicatore della qualità e della durata della vita, specie per i soggetti over-75.

Ove superata quella soglia, la passeggiata di un buon passo è sintomo di ulteriori 10 anni di vita, fatto verificato per l’87% dei casi per gli uomini e nel 91% dei casi per le donne.

La dottoressa coordinatrice dello studio, spiega che i dati forniti da questa ricerca sono destinati ad aiutare medici, ricercatori e progettisti del sistema sanitario che cercano semplici indicatori di salute circa la sopravvivenza negli adulti più anziani. Potrebbe essere un indicatore semplice e accessibile della salute della persona anziana.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché gli anziani dormono male

Se il nonno si addormenta durante la cena, se la prozia si appisola mentre vi ...

Condividi con un amico