Home » Benessere » Giornata mondiale delle malattie rare: il 50% di natura neurologica

Giornata mondiale delle malattie rare: il 50% di natura neurologica

Oggi è la giornata mondiale delle malattie rare le quali per la metà derivano da problemi neurologici. La società Italiana di Neurologia (SIN) ha riconosciuto 749 malattie rare tra le quali poco più della metà, 401, sono di carattere neurologico. Antonio Federico presidente della SIN ha dichiarato che: “Il 50% delle malattie rare inserite nel catalogo mondiale comporta una compromissione neurologica e, quindi, il medico neurologo ricopre un ruolo chiave nella diagnosi e nel trattamento di patologie del genere. Diagnosticare una malattia rara non è affatto facile e in Italia, spesso, la giusta diagnosi arriva con un ritardo di circa 3-6 anni per le forme infantili e di 5-10 anni per le forme adulte”.
I dati statistici resi noti oggi ci informano con tristezza che il 75% delle patologie rare colpiscano i bambini e il numero totale di queste patologie ammonta a circa 8.000.

Lo slogan utilizzato nella IV edizione della giornata mondiale delle malattie rare è: “Rari, ma uguali” un edizione nella quale si è voluto inoltre parlare delle disuguaglianze sanitarie riscontrate nei vari territori italiani e stranieri.

Il dott. Federico dichiara inoltre:” Le malattie rare sono un’incredibile opportunità per la ricerca clinica e di base per comprendere le normali funzioni dei sistemi cellulari, rappresentando, inoltre, un vero e proprio modello di studio per le malattie più comuni. Tutti gli operatori sanitari dovrebbero aggiornarsi costantemente su queste malattie, sui loro meccanismi biologici, sulle modalità di diagnosi e sulle terapie”.

admin

x

Guarda anche

Malattie rare: sono sempre di più

Chiamiamo “malattie rare” quelle patologie che colpiscono pochissime persone al mondo (una su un milione, ...

Condividi con un amico