Home » Benessere » Farmaci salva-vita: meno efficaci quando c'è il sole

Farmaci salva-vita: meno efficaci quando c'è il sole

Uno studio condotto dai ricercatori svedesi ha rivelato che i farmaci salva-vita perdono efficacacia durante i mesi caldi. I ricercatori infatti hanno dimostrato che il corpo nei mesi caldi è più ricco di vitamina D, ciò causa un effetto contrastante su questi medicinali rendendoli meno efficaci.

La ricerca è stata condotta dai ricercatori del Karolinska Institute ed è stata sperimentata su circa 6.000 persone, tale ricerca pubblicata sulla rivista medica “Drug Metabolism and Disposition” consiglia ai medici di ridurre la dose dei farmaci salva-vita durante il periodo invernale e aumentare l’assunzione di tali medicinali durante l’estate.

Tra l’altro i ricercatori sostengono che la metà dei farmaci in questione sia da rivedere per quanto concerne il dosaggio, e consigliano ai pazienti di rivolgersi al proprio medico per variare eventuali dosi e di non fare di testa loro.

Lo studio è durato più di 10 anni ed è stato possibile analizzare oltre 70.000 campioni di sangue di pazienti a cui sono stati trapiantati organi e di conseguenza assumevano immunosoppressori, per evitare un possibile rigetto. Grazie all’analisi di tali campioni è stato possibile dimostrare la concentrazione farmacologica presente nel sangue in vari periodi dell’anno constatando che quando inizia l’estate la vitamina D aumenta però la presenza del farmaco nell’organismo diminuisce.

La vitamina D potrebbe aumentare la quantità di una sostanza chimica rilasciata dal fegato in grado di decomporre il processo dei medicinali.”L’enzima noto come CYP3A4 – spiega Erik Eliasson, a capo dello studio – è coinvolto nella metabolizzazione di circa la metà di tutti i farmaci. Più studi saranno necessari per confermare i risultati ottenuti, ma CYP3A4 è considerato il più importante enzima per l’assunzione del farmaco nell’organismo, e i risultati potrebbero essere significativi per molti medicinali”.

admin

Condividi con un amico