Home » Benessere » A Belluno strumenti chirurgici non sterili in 16 ospedali, partono le denunce

A Belluno strumenti chirurgici non sterili in 16 ospedali, partono le denunce

A Belluno parte un’indagine, grazie ad una denuncia dell’ospedale San Martino, sulla fornitura agli istituti di strumenti chirurgici non sterili che, se utilizzati, incrementerebbero il rischio di contaminazione e infezione sia per i pazienti che per il personale. Le irregolarità riguardavano l’assenza del marchio CE e di chiusura ermetica. Addirittura in alcuni casi i ferri contenuti nella confezione erano corrosi.

Sette persone sono state denunciate, tra cui anche titolari di aziende dell’Emilia Romagna. Già, perché nonostante la denuncia sia partita da Belluno, ma la distribuzione di questi strumenti riguarderebbe anche altri nosocomi del nord Italia. Si sta indagando infatti anche a Bologna.

La Guardia di Finanza ha scoperto che il fornitore importava i ferri dalla Turchia.
Su tutti gli ospedali controllati, 16 e su tutte le Aziende Sanitarie Locali perquisite , sono stati sequestrati 234 contenitori non a norma di legge.

admin

x

Guarda anche

Ue: campagna di sensibilizzazione per la sicurezza dei giocattoli

Continua la lotta contro i giocattoli non sicuri da parte dell’Ue, soprattutto in questo periodo ...

Condividi con un amico