Home » Benessere » Fanghi e acque termali, il bene arriva dalla terra

Fanghi e acque termali, il bene arriva dalla terra

Almeno una volta al mese sarebbe bello concedersi dei massaggi e una giornata alle terme, ma più di tutto sarebbe bello concedersi un trattamento di fanghi dalle molteplici benefici. La fangoterapia è sempre più di uso comune tanto che i centri termali ne sono tutti attrezzati e sempre tutti prenotati! I fanghi vengono utilizzati in primis per levigare e rendere morbida la pelle, oltre che per eliminare tossine e impurità e prevenire il formarsi della cellulite, ma alcuni studi medici ultimamente hanno ufficializzato che funziona anche contro l’acne, che attanaglia tanti adolescenti. Quindi addio a brufoli e punti neri con i fanghi e gli impacchi di alghe del Mar Morto.

Tutti gli istituti termali utilizzano inoltre gli impacchi di fango contro le patologie legate al ristagno dei liquidi, infatti l’azione benefica dei fanghi termali avviene per osmosi, in quanto i principi attivi mescolati con il fango penetrano nei pori dilatati grazie al calore creato dalla strato applicato sul corpo. Inoltre i fanghi vengono utilizzati nella cura dei reumatismi e dell’osteoporosi, rafforzano i capelli e prevengono l’insorgere della cellulite. Essi sono ottenuti mischiando acqua marina riscaldata e argilla con aggiunta di alghe. Per quanto riguarda l’efficacia dei fanghi non per uso cosmetico, quindi in terapie reumatiche o patologie specifiche, devono essere prima prescritti da un medico specialista.

admin

x

Guarda anche

Il dramma ai “vulcanelli” di Aragona: cosa è successo davvero

Qualcuno dovrà pagare per la morte di Carmelo (9 anni) e Laura (7 anni) sepolti ...

Condividi con un amico