Home » Benessere » La narcolessia colpisce una persona su 2000

La narcolessia colpisce una persona su 2000

La narcolessia è un disturbo del sonno, o meglio, dello stato di veglia. Le persone che soffrono di narcolessia hanno degli attacchi improvvisi e inaspettati di sonno in qualsiasi ora del giorno o della notte. Gli attacchi durano dai pochi minuti fino a qualche ora, dipende. Il malato narcolettico dopo alcuni anni, riesce a anticipare l’attacco di sonno e ad “appisolarsi” in un luogo sicuro o a chiedere aiuto. L’incubo è quando la malattia non la si conosce e arrivano i primi avvertimenti.

Ci sono due caratteristiche del disturbo narcolettico: la cataplessia, ossia la persona, in seguito ad un’emozione forte puo’ perdere il tono muscolare, accasciarsi a terra senza riuscire a muoversi; le allucinazioni ipnagogiche, ossia allucinazioni o sogni angoscianti che la persona vive mentre si sta’ addormentando, rendendosi perfettamente conto di ciò che avviene, senza tuttavia riuscire a svegliarsi
Ovviamente questa patologia impedisce a questi malati di fare tante cose, per esempio guidare o nuotare, fare molti tipi di sport e fare lavori di attenzione. Esistono in Italia molti centri psicologici specializzati nel disturbo del sonno, perché dalla narcolessia non si può guarire, ma chi ne è colpito può imparare a conoscerla, prevenire gli attacchi e conviverci.

admin

Condividi con un amico