Home » Benessere » Brasile, donna affetta da eccitazione genitale persistente può masturbarsi al lavoro

Brasile, donna affetta da eccitazione genitale persistente può masturbarsi al lavoro

In Brasile è stato permesso ad una donna di lavorare nonostante il suo bisogno di masturbarsi in continuazione anche in ufficio. La patologia che soffre questa giovane brasiliana di 36 anni riguarda in modo particolare l’eccitazione dei genitale che persiste in continuazione.

La giovane brasiliana dal nome Ana Catarina Silvares Bezerra ha dovuto combattere una dura battaglia legale durata più di due anni presso il tribunale per il riconoscimento della patologia. La donna è madre di 3 figli e si occupa di contabilità presso un’azienda del posto e nonostante tutto neccessità di cercare in continuazione l’orgasmo raggiungendolo fino a 40 volte al giorno.

Il tribunale del lavoro ha concesso alla donna di avere delle pause di 15 minuti ogni 2 ore nella quale è anche autorizzata a guardarsi film hard per velocizzare l’orgasmo.
Ana Catarina Silvares Bezerra ha raccontato ai giornali locali di aver provato ben 47 orgasmi nel giro di 24 ore e quando le è successo ha pensato che il problema stava diventando ingestibile e di iniziare a chiedere aiuto. Per ora Ana Catarina Silvares Bezerra è l’unica donna brasiliana a cui è stata diagnosticata tale patologia ma i medici francesi hanno voluto sottolineare che la patologia era già conosciuta e la ricerca è stata pubblicata presso il giornale “Journal Of Sexual Medicine“.

I medici non sanno dire molto su questa patologia, sembrerebbe che sia una condizione rara caratterizzata da sensazioni non provocate, persistenti e intrusive di eccitazione genitale che, se non sono soddisfatte da uno o più orgasmi, possono provocare stati di depressione o ansia.

admin

Condividi con un amico