Home » Benessere » Il petegolezzo protegge il cervello

Il petegolezzo protegge il cervello

Secondo una ricerca sembra che parlare male delle persone sia di aiuto per il nostro cervello. Anche se non è proprio una cosa che ce ne dobbiamo vantare ma sembra proprio che ci sia una funzione “protettiva” nel cervello.

Tutti sappiamo che lo “speteguless” come viene chiamato da striscia la notizia non sia proprio una bella cosa elegante, ma ricordiamo che le notizie Gossip in Italia sono tra le più lette. Questo implica che a noi italiani, piace eccome se ci piace farci gli affaracci altrui, in modo particolare spettegolando su amici, parenti e in top ci sono i colleghi di lavoro.

L’università della Northeastern University di Boston (Usa) secondo alcune ricerche conferma che il pettegolezzo svolga una funzione protettiva. Gli scenziati coinvolti nella ricerca della dottoressa Lisa Barrett docente di Psicologia sono arrivati al punto di affermare che i pettegolezzi quelli negativi che si rivolgono a una determinata persona può aiutare gli altri a prevedere con più facilità chi potrebbe fargli del male.

La ricerca si è svolta creando due gruppo di volontari, il primo di 66 persone il secondo invece di 51.

Tra le persone ritratte nelle foto proposte ai volontari c’erano alcune di cui avevano sentito commenti e giudizi poco lusinghieri; Per altri invece era la prima volta che le vedevano e per altri ancora quelle persone in foto erano state oggetto di commenti positivi o neutri.

I ricercatori hanno analizzato che i volontari quanto vedevano la foto di un personaggio poco raccomandabile indugiavano particolarmente mentre invece quando venivano proposte foto di persone oggetto di commenti positivi o neutri e che vedevano per la prima volta l’attenzione prestata sulal foto era nettamente più breve.

admin

x

Guarda anche

Psicologia, il pettegolezzo è comunicazione utile

Alcuni esperti e ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche (CNR), con a capo Rosaria Conte ...

Condividi con un amico