Home » Benessere » Gemelle siamesi: cranio unito e coscienza condivisa

Gemelle siamesi: cranio unito e coscienza condivisa

In Canada due gemelle siamesi, Krista e Tatiana Hogan di 4 anni, sarebbero il primo caso di “coscienza condivisa” tra esseri umani. Le due gemelline, nate con il cranio fuso e un ponte che unisce i loro talami, condividono ciascuna ogni sensazione ed emozione dell’altra.

La loro condizione è definita craniopagia. Ricordiamo che il talamo è proprio una zona del cervello che regola le emozioni e le informazioni sensoriali.

Questo legame tra le due gemelle ha reso rischiosa la separazione e ha dato origine a fenomeni particolari scoperti dai genitori. Se si fa il solletico ad una ride anche l’altra. Se una delle due gemelline è sottoposta a stimoli visivi reagisce anche l’altra, anche se è rivolta altrove.

Per i neuroscienziati si tratta di un fenomeno sensazionale, il primo di questo tipo. Tuttavia per le gemelline il futuro non appare roseo. La sopravvivenza in questi casi è definita “molto difficile”.

admin

x

Guarda anche

Bambino Gesù di Roma: gemelle siamesi separate con successo

Intervento eccezionale all’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma dove sono state separate con successo due ...

Condividi con un amico