Home » Benessere » Mirtillo, un toccasana per regolare il colesterolo

Mirtillo, un toccasana per regolare il colesterolo

Il mirtillo, questo frutto che non smette mai di avere proprietà benefiche fino ad ora poco considerate, aiuta a controllare il colesterolo, perché ha influenza sui geni che nel fegato ne gestiscono il metabolismo. Lo dice una ricerca del Dipartimento dell’Agricoltura USA, diretta dal dr. Wallace Yokoyama e pubblicata su “Agricoltural Research”.

La base per questa ricerca è arrivata da precedenti studi condotti dallo stesso Wallace Yokoyama. In questi studi, alcuni criceti da laboratorio avevano subito un drastico calo del colesterolo plasmatico e del colesterolo VLDL proprio perché nutriti con buccia e altri scarti del mirtillo.

Gli scienziati hanno somministrato nuovamente mirtillo ai piccoli criceti e poi hanno prelevato loro del tessuto organico da analizzare, scoprendo così che il processo di abbassamento del colesterolo avviene prima di tutto per alcuni geni che, stimolati dai mirtilli, agiscono sul fegato.

C’è ancora un po’ di cautela da parte degli esperti: se gli effetti sono stati questi sui criceti, non è ancora certo al 100% che saranno gli stessi sull’uomo e servono dei test di verifica.

admin

x

Guarda anche

Mirtillo e curcuma nemici dei tumori

Una combinazione di estratto di mirtillo, ricco di proprietà antiossidanti, e curcumina, spezia derivata dal ...

Condividi con un amico