Home » Benessere » Batterio E.coli trovato su salame di cervo italiano

Batterio E.coli trovato su salame di cervo italiano

Per evitare allarmismi, il Ministero della Salute ha segnalato che la presenza di un batterio di E.coli, rilevata sul salame di cervo prodotto in Italia, molto probabilmente non c’entra nulla con la dilagante infezione partita dalla Germania e ormai arrivata in più paesi, in Europa e negli Stati Uniti.

Dal Ministero, dunque, ci tengono a precisare che sono in corso approfondite indagini su quel salame infetto, ma che sicuramente non ci sono legami con l’epidemia partita dalla zona di Amburgo. Oltretutto, ci tengono a sottolineare, che in Italia non si sono registrati casi di malati colpiti dal batterio killer. In goni caso è bene lavare con cura frutta e verdura, evitare di bere latte non pastorizzato ed evitare la carne cruda.
Sono infatti 12 le nazione contagiate (Germania, Svezia, Austria, Gran Bretagna, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Olanda, Norvegia, Spagna, Svizzera, Stati Uniti), ma il nostro Paese non è tra questi.

Finora sono 18 le persone (17 in Germania e 1 in Svezia) decedute a causa di questa grave forma di infezione dovuta ad un ceppo molto aggressivo del batterio Escherichia coli. Si contano già a migliaia invece i malati.

Il Ministro della Salute italiano, Ferruccio Fazio, ha comunque voluto ribadire che in Italia “la situazione è sotto controllo”, e lo stesso hanno fatto sapere dall’Istituto Superiore di Sanità che ha spiegato che “l’allarmismo verso il consumo di ortaggi, soprattutto quelli prodotti in Italia” non è giustificato da nulla poiché “ le indagini di laboratorio non hanno supportato l’ipotesi dei vegetali contaminati quale fonte di infezione”.

admin

x

Guarda anche

Esselunga ritira taleggio per allarme Listeria

Allarme Listeria in un lotto di taleggio ritirato dall’Esselunga. La nota catena di supermercati ha ...

Condividi con un amico