Home » Benessere » I neonati ti sembrano piccoli geni? Lo sono!

I neonati ti sembrano piccoli geni? Lo sono!

Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Science e i dati raccolti da Josh Tenenbaum, ricercatore del Massachusetts Institute of Technology (il famoso Mit da cui sono passate alcune delle menti più brillanti d’America, Noam Chomsky compreso), i neonati di appena 3 mesi sarebbero in grado di fare ragionamenti puri e analisi sofisticate del mondo intorno a sé.

Nell’ambito dell’Intelligence Initiative del MIT è attivo un progetto che prende il nome di “3-6-12”, all’interno del quale bambini di 3, 6 e 12 mesi vengono studiati proprio per cercare di comprendere e interpretare la loro conoscenza del mondo circostante, fisico e sociale. Lo scopo? Capire alla perfezione il funzionamento della mente umana per poi riprodurlo nell’intelligenza artificiale. Impressionante vero?

Tenembaum è partito dai risultati delle ricerche di una psicologa di Harvard, Elizabeth Spelke, che aveva scoperto che si può misurare il livello di sorpresa di un bambino davanti ad un evento esterno guardando la durata del suo sguardo sull'”oggetto del mistero”.

“In passato questi aspetti della cognitività dei bambini molto piccoli erano stati espressi sulla base di intuizioni, mai attraverso dimostrazioni pratiche e matematiche come queste, che mettono in campo modelli computazionali precisi – ha dichiarato Tenenbaum –. Il pensiero dei bambini piccoli è puro ragionamento analitico: calcolano la probabilità di un evento sapendo in maniera innata che un oggetto non può “teletrasportarsi” da un luogo all’altro o apparire o sparire nel nulla. L’intelligenza umana del resto è la capacità dell’individuo che si trova in una situazione nuova di utilizzare i suoi principi astratti e le conoscenze empiriche per “governare” ciò che accade e orientarcisi”.

“Ci stiamo interessando anche alla “psicologia intuitiva” di questi piccoli, ovvero alla loro capacità di capire e prevedere come gli altri si comportano. Identificare un modello per questi aspetti può aiutarci a capire come funziona il “cervello emotivo” di un bimbo normale e magari darci indizi per comprendere che cosa succede quando qualcosa non va, ad esempio in caso di autismo”.
Come dire, buon lavoro…

admin

x

Guarda anche

Il volante del futuro è firmato Jaguar

Si chiama Sayer ed è un volante intelligente firmato Jaguar Land Rover: vivrà nelle case ...

Condividi con un amico