Home » Benessere » Un paesaggio naturale genera relax: ecco perché

Un paesaggio naturale genera relax: ecco perché

Perché osservare un paesaggio naturale infonde uno stato di tranquillità? La risposta arriva dalla scienza. Se ci soffermiamo a guardare un panorama naturale, come una spiaggia isolata, un deserto o una distesa di verde, aree del cervello distanti tra loro entrano in connessione e così lavorano in sincronia. Se invece osserviamo un paesaggio metropolitano, pieno di caos, traffico e smog, eco che le aree del cervello si disconnettono e non riescono a lavorare in maniera armonizzata.

Questo il risultato di una ricerca pubblicata sulla rivista NeuroImage e condotta da uno staff internazionale di medici, guidati dal dottor Michael Hunter.
Lo studio è stato effettuato tramite risonanza magnetica su 12 volontari che hanno osservato prima una spiaggia lambita dal mare e poi una coda di auto su un’autostrada.
La stimolazione è stata solo visiva, poiché entrambe le scene osservate emanavano una sorta di rumore simile in lontananza.
I risultati della ricerca, si augura il dott. Hunter, dovrebbero essere presi in considerazione da chi progetta e costruisce spazi urbani, case, palazzi, ospedali.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico