Home » Benessere » Estate, viaggi e malattie tropicali

Estate, viaggi e malattie tropicali

Tornano di moda i viaggi esotici. Paesi come Cambogia, Tailandia, Kenya periodicamente attirano l’interesse dei turisti europei e, soprattutto in estate, quando il caldo e gli spostamenti di massa ne favoriscono la diffusione, si torna a parlare di malattie tropicali.

La malattia tropicale più diffusa è la malaria, che persiste in molte zone dell’Asia e in alcune regioni fluviali dell’Africa e del Sud America. Seguono in classifica epatite A e B, difterite, tifo e colera, oltre naturalmente all’AIDS, ancora senza controllo in alcuni Paesi. Ma, mentre per quest’ultimo non vi sono rimedi, le altre malattie sono curabili se prese in tempo o possono essere evitate seguendo dei semplici consigli.

Tanto per cominciare, informarsi sempre presso il sito del Ministero degli Esteri relativamente ai Paesi più a rischio, poi, una volta sul posto adeguarsi alle basilari norme igieniche: lavare sempre frutta e verdura possibilmente con acqua minerale, la stessa da usare per bere, cuocere bene tutti i cibi, evitare di scoprirsi troppo in zone acquitrinose. Naturalmente vaccinarsi prima di partire.

Il problema dei vaccini, ultimamente, si ripresenta più grave del previsto. Infatti, a causa di molte offerte last-minute, i turisti affrontano viaggi tropicali dall’oggi al domani senza eseguire le vaccinazioni o senza lasciare al vaccino il tempo di agire sull’organismo. Riguardo le malattie tropicali e le relative cure, inoltre, è notizia di oggi l’accordo tra le case farmaceutiche Sanofi e DNDi che nei prossimi tre anni collaboreranno allo studio di nuovi rimedi per alcune tra le malattie più diffuse e anche per quelle dimenticate.

admin

x

Guarda anche

Il costo pesante di chi non si cura

Quando ignoriamo un malanno, ci curiamo tardi o rifiutiamo di curarci spesso crediamo di risparmiare ...

Condividi con un amico