Home » Benessere » Il "tocco" della medusa. Come affrontarlo

Il "tocco" della medusa. Come affrontarlo

Sono i nuovi abitanti dei nostri mari e dovremo abituarci a loro sempre più. Infatti, a causa della pesca sregolata che ha sterminato quasi tutti i loro predatori, ormai le meduse hanno via libera anche nel Mediterraneo e ogni estate tornano a infastidire i nostri bagni rilassanti al mare.

Qualcuno li chiama “morsi”, qualcun altro “punture” di medusa, in realtà si tratta soltanto di “tocchi” … una leggera carezzina, insomma, ma fatta con i tentacoli urticanti che iniettano nel corpo una sostanza velenosa (letale per i piccoli organismi marini, innocua ma terribilmente dolorosa per noi uomini).

Se venite toccati da una medusa, per prima cosa mantenete la calma. Il panico, soprattutto in acqua, è pericoloso! Raggiungete la riva e rivolgetevi al bagnino o alla farmacia più vicina per farvi spalmare la parte irritata con il gel a Cloruro di Alluminio, unico metodo veramente efficace. In assenza di questo si può provare a seguire gli antichi consigli dei vecchi saggi (alcuni spalmano la parte irritata con ammoniaca o con alcool), o ricorrere a qualche crema al cortisone … ma solo in caso di vera emergenza. Evitate di passare sulla pelle arrossata la sabbia, la stoffa o l’aceto, che potrebbero peggiorare la situazione.

Ricordate che, fortunatamente, dalle nostre parti non esistono ancora meduse giganti (quelle australiane, capaci di uccidere un uomo con un leggero tocco), quindi nessuno di noi corre davvero un pericolo grave in acqua. Tuttavia bisogna sempre usare il buon senso. Ad esempio, se soffrite di allergie e siete predisposti a shock anafilattico controllate sempre bene che il mare sia libero da meduse prima di immergervi. E, anche se siete sani come pesci, in caso di “incontri” ravvicinati con le meduse uscite immediatamente dall’acqua per evitare di trovarvi in mezzo al branco. Una medusa non uccide, ma il tocco contemporaneo di una ventina di meduse può certamente mandarvi in ospedale!

admin

0 Commenti

  1. L’aceto serve e come. Io l’estate scorsa sono stata punta o come dici tu toccata da una medusa e si quello della farmacia che il bagnino mi han detto di metterci l’aceto e fidatevi che ha funzionato!

x

Guarda anche

Ecco perché i peli non piacciono a nessuno

Peli superflui? Non sono più soltanto un problema femminile. Da qualche tempo anche gli uomini, ...

Condividi con un amico