Home » Benessere » L'American Medical Association si scaglia contro il "photoshopping"

L'American Medical Association si scaglia contro il "photoshopping"

Ovviamente non è Photoshop il male in sé, bensì il “photoshopping”, l’abitudine ormai diffusa di ritoccare ogni foto che vada a finire su internet, cartelloni pubblicitari, inserzioni pubblicitarie nei giornali e così via. L’accusa arriva dall’American Medical Association che si scaglia contro l’uso indiscriminato di questo programma di editing, sostenendo che crea false aspettative, che possono provocare rischi nella salute delle giovanissime che tentano di adeguarsi a tali modelli.

Per l’American Medical Association i soggetti più a rischio in quanto a influenza di questo tipo di immagine sarebbero i giovanissimi, ma siamo sicuri che non ci potremmo aggiungere anche una buona quantità di donne, che fanno sempre di più per assomigliare a questi modelli, che magari nella realtà sono pieni di imperfezioni ma arrivano a noi in forma di automi? Praticamente ogni star ha subito ritocchi fotografici ed è cosa nota, ma l’associazione vorrebbe provare a sensibilizzare agenzie pubblicitarie e professionisti del settore per frenare un po’ questa tendenza. Un po’ di etica e rispetto delle persone avrà la meglio sugli affari? Staremo a vedere.

admin

x

Guarda anche

magrezza mezza bellezza? affermazione opinabile

Attenzione attenzione rischierete di rimanere sbalorditi! Facebook Twitter Google+ Pinterest LinkedIn Email WhatsApp Gmail Share

Condividi con un amico