Home » Benessere » Micosi. Quei "micro-funghi" che ci rovinano l'estate

Micosi. Quei "micro-funghi" che ci rovinano l'estate

Tornano le micosi, ovvero le odiose infezioni causate da microrganismi appartenenti al genere dei funghi che si trovano ovunque nella natura intorno a noi. Ma nonostante ciò non tutte le persone prendono questa infezione, poiché non tutti presentano le condizioni in cui i microrganismi possono attecchire.

Una pelle molto sensibile e provata dalle irritazioni del sudore può essere terreno fertile per la micosi, così come un sistema immunitario indebolito o l’essere rimasti troppo a lungo in posti inquinati da fattori ambientali o umani (il che spesso include anche il mare e le piscine!). Le micosi colpiscono il più delle volte la pelle del collo, dell’inguine e dei piedi. In alcuni casi -nelle donne- si possono sviluppare anche nell’incavo del seno, tutti ambienti dove le pieghe stesse del corpo fanno ristagnare il sudore o la polvere presa durante la giornata, causando quindi l’infezione con pruriti e bruciori, e, in alcuni casi, anche con lo sfaldamento della cute.

Per curare la micosi, in base alla gravità del caso, possono trascorrere due o tre settimane. Si usano farmaci con derivati imidazolici e, allo stesso tempo, si deve curare bene l’igiene, sia durante il trattamento che dopo. Ma l’igiene è importante anche per prevenire le micosi, per evitare che si sviluppino del tutto. Lavarsi spesso, asciugare costantemente il sudore, evitare palestre, spogliatoi, piscine o tratti di spiaggia vicini a scarichi di hotel e campeggi sono regole basilari per mantenere la propria pelle al sicuro per tutta l’estate.

admin

x

Guarda anche

Inquinamento prima causa infertilità maschile

L’inquinamento è la prima causa dell’infertilità maschile. Gli ultimi dati relativi alla fertilità degli uomini ...

Condividi con un amico