Home » Benessere » La prima sigaretta del mattino è quella che fa più danni

La prima sigaretta del mattino è quella che fa più danni

Secondo uno studio pubblicato su “Cancer” e condotto da alcuni ricercatori del College of Medicine della Penn State University Hersey su 7611 persone, la prima sigaretta del giorno, quella che si fuma entro una mezz’ora dal risveglio, è quella più pericolosa e fa aumentare il rischio di tumore ai polmoni, alla testa e al collo.

I ricercatori non escludono che il rischio si alzi ancora di più se la sigaretta viene aspirata e fumata nei primi quindici minuti dal risveglio. A far aumentare il rischio di tumore è la quantità di nicotina contenuta nel sangue, che variano sensibilmente a seconda di quando viene accesa la prima “bionda” della giornata: “Durante i primi 5 minuti del giorno, la nicotina nel sangue aumentava fino ai 437 nanogrammi per millilitro; tra i 6 e i 30 minuti, fino a 352 e dopo un’ora fino a 215”. Non è da tenere in conto, come fattore di rischio, soltanto la quantità di sigarette fumate in un giorno, ma anche il momento del giorno in cui si inizia a fumare.

“Questi fumatori hanno nel corpo livelli più alti di nicotina e probabilmente anche di altre tossine del tabacco – ha sottolineato Muscat, che ha condotto la ricerca – e possono essere più dipendenti rispetto a quelli che resistono al fumo per una mezz’ora o più. Una maggior dipendenza dalla nicotina potrebbe essere determinata da una combinazione di fattori genetici e personali”.

admin

x

Guarda anche

Mele e pomodori riparano polmoni ex-fumatori

Mele e pomodori riparano i polmoni degli ex-fumatori. Lo rivela una ricerca condotta presso la ...

Condividi con un amico