Home » Benessere » Benessere fisico: l'aiuto viene dalla fantasia

Benessere fisico: l'aiuto viene dalla fantasia

In tempi di crisi, in periodi di lutto, di problemi più o meno gravi, o semplicemente di fronte alla “depressione da Ferragosto cittadino” l’essere umano tende a chiudersi in se stesso, a perdere le proprie energie e a lasciarsi soffocare da pena e preoccupazione. Di ciò risente fortemente anche il fisico, che si debilita.

Un aiuto importante può venire dalla nostra fantasia, dalla creatività che ognuno (in piccole o grandi misure) ha dentro di sé. Rifugiarsi in un quadro da dipingere, nella musica da comporre con una chitarra, in un racconto da scrivere a tavolino o anche solo in un libro da leggere e immaginare ci permette di staccare dalla realtà quanto basta per ricarburare. Perdersi nel mondo della fantasia è rischioso, è il tunnel senza uscita in cui vivono molti soggetti autistici che chiudono definitivamente i contatti col mondo… ma usare la fantasia, la creatività per “riposarsi” un attimo non può fare che bene.

Non è un processo semplice, si tratta di vincere la mancanza di entusiasmo che le crisi depressive ci lasciano addosso e la conseguente pigrizia, la sensazione da “tanto, a che serve?” che si prova in quei momenti. Ma si può riuscire a farlo anche con poco. Anche solo sistemare i vasi dei fiori sul balcone in modo diverso dal solito, o cucinare un dolce nuovo, o ritagliare un foglietto di carta a secondo della nostra ispirazione già ci aiuta ad esercitare questa grandiosa medicina mentale che possediamo in noi … e che può rimetterci in carreggiata e ridarci la voglia di assaporare la vita che ci circonda.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico