Home » Benessere » L'alfabeto dei nei

L'alfabeto dei nei

Sono innocui, piccolini, in alcune occasioni anche carini oppure “sexy”, al punto che le dive di un tempo se li facevano disegnare apposta sulla pelle. Il neo, però, in realtà è una piccola lesione cutanea e se non viene controllato periodicamente può portare a problemi dermatologici seri e al tumore della pelle.

Esiste un “alfabeto dei nei”, ovvero alcuni aspetti da tener d’occhio per assicurarsi che queste piccole imperfezioni cutanee rimangano sempre innocue. Se uno di questi fattori si altera improvvisamente, correte a consultare il medico e (se è il caso) a far rimuovere il neo.

Il professore milanese Marcello Monti indica questi aspetti importanti con dei nomi ben precisi:
A come Asimmetria: se il neo cambia forma e le sue due parti non sono più simmetriche tra loro va fatto controllare.
B come Bordi, se assumono un aspetto irregolare, non liscio, vanno fatti controllare.
C come Colore, se il neo cambia colore non è buon segno.
D come Dimensione, se il neo è più ampio di 2 mm di diametro potrebbe trattarsi di un cambiamento in atto che va sottoposto a visita di controllo.
E come Evoluzione, quando il neo cioè cambia velocemente, o sviluppa prurito o irritazione intorno bisogna subito informarsi e porre rimedio.

Ricordate inoltre che il troppo sole, soprattutto se forte e diretto, può infiammare i nei e trasformarli in tumori, quindi è sempre bene proteggerli con creme o con una copertura, soprattutto se sono già in atto i cambiamenti sopra descritti. La prevenzione è l’arma migliore in tutti i campi, e soprattutto nel campo dei nei e delle imperfezioni cutanee che sono visibili e recuperabili.

admin

x

Guarda anche

Allergia al nichel: ecco perché aumenta

Si sta diffondendo sempre più, in Italia e non solo, l’allergia al nichel. Il motivo ...

Condividi con un amico