Home » Benessere » TBC a Roma. Presidente Polverini placa l'allarme

TBC a Roma. Presidente Polverini placa l'allarme

Il caso dell’infermiera infetta da TBC e della neonata che potrebbe aver contagiato, presso la Neonatologia del “Gemelli”, ha messo in allarme l’intera capitale e la nazione. La tubercolosi è una malattia che si credeva sconfitta, in Europa, e il sospetto di un suo insorgere preoccupa legittimamente.

Ma la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, placa i facili allarmismi e tranquillizza tutti: “Si sta procedendo con controlli accurati su tutti i bimbi coinvolti nella vicenda e anche laddove si dovesse scoprire l’effettiva presenza di un contagio … ormai la tubercolosi non è più un incubo. E’ una malattia curabilissima“.
Così la governatrice ha dichiarato, dopo aver incontrato i dirigenti ospedalieri e aver appurato che i risultati dei controlli sono finora tutti negativi. Il policlinico ha comunque messo in piedi una stanza di emergenza in cui vengono valutati tutti i casi sospetti e in cui, eventualmente, intervenire se si presentasse un paziente effettivamente malato di TBC. Ma fino a prove contrarie si può restare tranquilli, nessuna emergenza e nessun panico. La situazione, assicurano dal Lazio, è perfettamente sotto controllo.

admin

x

Guarda anche

Salire le scale … non solo una questione di dieta

Fare le scale, far la spesa a piedi, andare in centro in bici invece che ...

Condividi con un amico