Home » Benessere » Reumatismi in agguato. Come affrontarli

Reumatismi in agguato. Come affrontarli

Il termine “reumatismo” non è più utilizzato in campo medico – tecnico perché il termine “incriminato” copre un ventaglio così ampio di disturbi, differenti, da non essere specifico. Insomma non esistono, in realtà, disordini tali da essere riconosciuti, semplicemente, come “reumatismi” e non tutti i reumatismi riguardano i classici dolori alle ossa che tutti conosciamo.

Il termine, infatti, si riferisce anche a malattie ben più gravi che possono colpire altre parti del corpo (perfino i polmoni, i reni e il cuore). Ciò che accomuna tutte queste malattie sono due caratteristiche: il dolore cronico – spesso intermittente – e la difficoltà della cura.
Al giorno d’oggi la medicina riconosce che i disturbi reumatici hanno diverse cause e si manifestano con sintomi diversi, tra i quali: dolore e gonfiore alle articolazioni delle mani e / o dei polsi che persiste da più di tre settimane, rigidità articolare che, al mattino oppure gonfiore improvviso, associato a dolore e arrossamento locale, di una o più articolazioni in assenza di trauma. Inoltre sensazione di secchezza e dolori articolari anomali alla colonna vertebrale.

Il primo passo per la cura di questi disturbi è la diagnosi. Una diagnosi precisa, infatti, consente di scegliere una terapia mirata che, nella maggior parte dei casi, consiste nella prescrizione di analgesici (paracetamolo) e di farmaci antinfiammatori non steroidei (ibuprofene e diclofenac). Non è raro comunque che il medico si veda costretto a utilizzare analgesici più potenti. Certi tipi di malattie difficili da combattere, trovano un ottimo alleato nella vostra prontezza di azione e nella prevenzione. Al minimo sospetto di insorgenza di reumatismo, consultate il vostro medico e l’ortopedico di fiducia. Prima di inizia la lotta prima è possibile tenerlo sotto controllo e sconfiggerlo.

admin

x

Guarda anche

Salire le scale … non solo una questione di dieta

Fare le scale, far la spesa a piedi, andare in centro in bici invece che ...

Condividi con un amico