Home » Benessere » La base chimica dell'Ecstasy contro il cancro

La base chimica dell'Ecstasy contro il cancro

Se sarà una follia o meno lo vedremo tra non molto, non appena certi studi scientifici anglo-australiani passeranno ai risultati e alla fase di sperimentazione più completa. Ma già se ne parla con scandalo e con curiosità, perché la base chimica della sintesi che ha portato alla nascita dell’Ecstasy potrebbe essere usata per combattere il cancro.

L’Ecstasy, lo sanno tutti, è una pericolosissima droga artificiale, nata cioè da una composizione chimica e non da allucinogeni naturali. E’ una droga facile da assumere quanto letale, infatti in base alla resistenza dell’organismo può bastarne solo una per distruggere il fegato nel giro di 48 ore e portare alla morte. E l’Ecstasy in quanto tale rimane in effetti una droga pericolosa e terribile … ma le basi chimiche su cui essa è nata, se rielaborate e depotenziate, possono diventare una cura contro alcuni tipi di cancro.

“Lo studio è ancora all’inizio, è troppo presto per parlare” dice il professor John Gordon “ma certamente il prodotto che stiamo preparando, sulla stessa base dell’Ecstasy, è molto meno aggressivo e molto meno potente, però è letale per alcuni tipi di cellule. Abbiamo già fatto alcuni test su cellule tumorali di leucemie, linfomi e mielomi e abbiamo visto che in alcuni casi siamo riusciti a neutralizzare anche il 100% di cellule malate”. Ciò non significa certamente che l’Ecstasy fa bene, ma solo che dallo studio del suo funzionamento si può elaborare qualcosa di nuovo e di diverso da usare per il bene dell’organismo e non per la sua distruzione. Saranno i prossimi anni a dire se questa strada va nella direzione giusta o meno.

admin

x

Guarda anche

Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile: servono cure mirate

Ogni tre minuti nel mondo un bambino muore di cancro. In occasione della XVI Giornata ...

Condividi con un amico