Home » Benessere » La mozzarella "blu" non fa male

La mozzarella "blu" non fa male

Avete più sentito notizie allarmanti sulle famose “mozzarelle blu” tedesche (e non solo!) ? Se non ne avete sentite è perchè l’allarme progressivamente è rientrato, anche se nessun giornale si è preoccupato di avvisarvi.

Quello che prima si credeva essere un indizio di avvelenamento del formaggio, dovuto a chissà quale virus o a conservanti chimici cancerogeni, in realtà è solo il processo batterico della Pseudomonas Fluorescens! Questo tipo di microorganismo si trova in alcune fonti di acqua potabile e, quando questa viene usata per la lavorazione del formaggio, è possibile che passi nel prodotto.

Si tratta di un batterio innocuo, che diventa “fluorescente” (con le colorazioni rosa o blu) solo se le temperature scendono al di sotto degli 8° e, dato che spesso le cagliate di latte da tramutare in mozzarella vengono congelate … soprattutto nel nord Europa … è facile osservare questo fenomeno più volte. Il batterio Pseudomonas contribuisce alla formazione del formaggio ma non aggredisce l’organismo e non provoca nè dolori di pancia nè infezioni intestinali.

Dunque, la “mozzarella blu” non è velenosa, nè inquinata o pericolosa. Certo, a volerci pensare è un po’ schifosa l’idea di mangiare qualcosa di “stranamente blu” … e forse per questo è comunque giustificato che, quando ne trovaste una, le metteste decisamente da parte!!

admin

x

Guarda anche

Ecco alcuni consigli per usare bene la Curcuma

Anti infiammatoria, anti tumorale, protettiva del sistema immunitario … buona. Ecco molti dei vantaggi e ...

Condividi con un amico