Home » Benessere » Nuova influenza Aviaria: l'OMS rassicura

Nuova influenza Aviaria: l'OMS rassicura

Dopo l’allarme dei giorni scorsi, relativo ad un nuovo manifestarsi della influenza Aviaria in Asia, sembrano rincorrersi voci meno inquietanti a riguardo.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, pur continuando a monitorare i casi e la diffusione degli stessi, sente di poter concludere che “i rischi per la salute non sono nuovi nè più gravi di quelli di altri anni”, frenando il panico da pandemia già in fase di sviluppo sui vari media. Che il virus sia mutato è normale, in quanto tutti i virus dell’influenza mutano di anno in anno. Che vi siano stati dei casi mortali è comunque circoscritto a zone in cui l’uomo vive spesso a stretto contatto con animali e uccelli selvatici (Asia del sud est), ben diverse dunque dalle inquinatissime città occidentali in cui raramente questi volatili si fermano a lungo. Inoltre, in base alla statistica generale, il numero di vittime finora registrato rientra nelle casualità tipiche di una epidemia influenzale, dove la malattia risulta fatale a persone già predisposte (per malattie cardiache, età avanzata ecc.).

Insomma, possiamo stare tranquilli e prendere questa malattia per quel che è. Una influenza di stagione, forse un po’ più complicata del solito, il cui virus comunque è già conosciuto e studiato dallo scorso febbraio e quindi per nulla preoccupante per medici e operatori sanitari.

admin

x

Guarda anche

Salire le scale … non solo una questione di dieta

Fare le scale, far la spesa a piedi, andare in centro in bici invece che ...

Condividi con un amico