Home » Benessere » Stress da scuola, ma non per lo studio

Stress da scuola, ma non per lo studio

Il primo impatto emotivo da stress, sui ragazzi che rientrano dalle vacanze, è la scuola. Niente di nuovo, fin qui, si sapeva. Ma ciò che forse non si sapeva è come sta cambiando la fonte di preoccupazione che li attanaglia una volta dentro le mura dei licei. Non più lo studio ma … la popolarità.

L’incubo più volte mostrato dai film adolescenziali americani (“mi darà l’appuntamento? mi porterà al ballo? mi lasceranno sedere accanto a loro a ricreazione?”) sta prendendo piede, con molto ritardo, anche qui da noi. Ai giovanissimi non preoccupa più il 4 in matematica o fare una figuraccia durante l’interrogazione … ma essere accettati e amati dagli amici. Se non si riesce in questo sei un “perdente” (parola che negli Stati Uniti ha valenza di insulto grave perfino in tribunale!).

Gli psicologi sono chiari: l’estetica, l’apparire, ha preso il posto dell’etica, dell’essere. Il timore di deludere il compagno di banco, la ragazzina con cui si esce, il gruppo con cui ci si diverte non è meno terribile -per i ragazzi- del timore di deludere genitori sempre più accaniti, sempre più desiderosi di avere figli “numero uno”!
I risultati di questa tendenza sono purtroppo noti e molto tristi: rischio di bullismo, rischio di depressione con disturbi alimentari gravi … oltre al rischio (non meno serio) di una futura generazione di prepotenti ignoranti, che prediligono la forza di una maschera al sapere.

admin

x

Guarda anche

Quando il peperoncino vi manda all’ospedale …

I calabresi, esperti in materia, magari saranno anche immuni ma non bisogna mai sfidare il ...

Condividi con un amico