Home » Benessere » Salute bambini: troppi antibiotici

Salute bambini: troppi antibiotici

“Mio figlio ha un po’ di tosse”
“Dagli una pilloletta e via!”
Quante volte succede di scambiarsi consigli come questi, tra amiche? Molto spesso, in Italia! Almeno così pare dalle statistiche recenti secondo le quali i bambini italiani usano un po’ troppi antibiotici, anche quando non ci sarebbe bisogno.

Ben il 52% dei nostri figli fa uso di antibiotici, contro appena il 14% dei ragazzini inglesi. E tutto ciò nonostante le chiare controindicazioni contenute nei foglietti informativi, ma che pare non abbiano effetto sugli ansiosi genitori che vogliono vedere il cucciolo in piedi e presto! Di questa emergenza si parlerà domani, 9 settembre, presso l’Istituto Mario Negri di Milano nel corso del convegno “’Uso razionale dei farmaci per i bambini e i loro genitori: un obiettivo dinamico e strategico”.

L’allarme non è solo legato all’uso indiscriminato dei potenti medicinali nei più piccoli, ma anche al fatto che se ne usano in quantità diverse e variegate e spesso non su consiglio medico, ma su suggerimento di amici e conoscenti. Il sud è quello che abusa più di tutti, con oltre 69% dei bimbi pugliesi sottoposti a cure antibiotiche anche per semplici raffreddori … mentre sembrano più virtuosi nel Lazio. Lo scopo del convegno è quello di far prendere coscienza alla popolazione dell’importanza di una corretta cura, soprattutto quando si ha a che fare con i bambini. Il consulto del medico, in questi casi, non è consigliato… è OBBLIGO.

admin

0 Commenti

  1. Da quanto mi risulta, gli antibiotici non vengono mai venduti senza prescrizione del medico…Quindi non si prendono “dietro suggerimenti di amici e conoscenti”. Sono i medici che sbagliano e li prescrivono troppo spesso? Puo’ anche darsi, ma teniamo pure presente che in Italia la mortalita’ infantile e’ del 30% piu’ bassa che in Inghilterra… Non sara’ che forse sono gli inglesi a sbagliare e a non usare gli antibiotici anche in molti casi in cui salverebbero delle vite?

    • Purtroppo spesso si passano “di mano in mano”. Nel senso che sono stati prescritti ad una persona che poi li “passa” all’amica.
      L’ho visto fare con i miei occhi

x

Guarda anche

Malattie rare: sono sempre di più

Chiamiamo “malattie rare” quelle patologie che colpiscono pochissime persone al mondo (una su un milione, ...

Condividi con un amico