Home » Benessere » Troppo lavoro? A rischio cervello e intestino

Troppo lavoro? A rischio cervello e intestino

In un periodo di crisi come questo, in cui tutti farebbero di tutto pur di portare qualche soldo in più in famiglia, la notizia arriva come un fulmine a ciel sereno. Lavorare troppo fa male! Soprattutto al cervello e all’intestino.

Lo dicono i finlandesi, che certo hanno meno problemi di noi italiani con il lavoro: se si lavora più di 55 ore a settimana si rischia la demenza senile anticipata di parecchi anni. I ricercatori di Helsinki hanno preso in considerazione 2214 funzionari di mezza età che sono stati sottoposti a cinque diversi test per valutare le loro funzioni mentali. Il primo test, per avere un livello di partenza, è stato fatto tra il 1997 e il 1999, il secondo test è stato fatto a distanza di cinque anni. I risultati hanno dimostrato un netto peggioramento delle capacità di ragionamento e di memorizzazione, che aumentavano quanto più era stata lunga la settimana di lavoro dei vari soggetti, negli anni.

Ma non è tutto. Anche il colon viene seriamente compromesso dal duro lavoro, soprattutto dal lavoro suddiviso in turni. Il nostro intestino, infatti, “carbura” durante le prime sei ore del giorno, dopo svegli, e i turni variabili sballano questo ritmo, causando dolori, gonfiori e stitichezza che … nel tempo… possono degenerare in qualcosa di più serio. A quanto pare, dunque, una riforma delle leggi sul lavoro non è solo un’emergenza politico-economica, ma certamente anche sanitaria!

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico