Home » Benessere » Uno sbadiglio per rinfrescare il cervello

Uno sbadiglio per rinfrescare il cervello

Esattamente come una macchina, il corpo umano rischia di andare in tilt per eccesso di riscaldamento che può portare anche danni importanti agli organi che lo subiscono. Esattamente come una macchina, il problema si risolve con un “impianto di raffreddamento” che nel nostro caso va ad aria!

Stiamo parlando del comunissimo sbadiglio, che normalmente è il richiamo del nostro corpo quando, per varie ragioni, il cervello è in debito di ossigeno e necessita una gran quantità di aria. Ma uno studio americano, condotto presso la University of Arizona ha notato invece che lo sbadiglio contribuisce ad abbassare la temperatura interna del corpo, particolarmente del cervello, quando questa rischia di salire oltre i limiti. Infatti il numero di sbadigli cambia in base alla stagione e, incredibilmente, d’estate diminuisce rispetto all’inverno!

Gli esperimenti, condotti su 150 persone di Tucson (Arizona), monitorandoli e rilevando la frequenza degli sbadigli in base alla stagione, rivelavano infatti come il numero di sbadigli aumentava nella stagione invernale, piuttosto che in estate, e questo perché lo sbadiglio cerca appunto aria fresca per abbassare la temperatura interna e in estate non trova i riscontri necessari, essendo l’aria esterna troppo calda. Dunque, secondo questo studio, d’estate le temperature interna ed esterna si bilanciano sul caldo e il corpo sente meno la necessità degli sbadigli.

La scoperta va comunque provata da altri esperimenti simili e da risultati che la confermino o la smentiscano e il lavoro è ancora in atto. Sarebbe importante saperne di più in quanto la regolazione di temperatura aiuta moltissimo a evidenziare determinate patologie (come sclerosi multipla e epilessia).

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico