Home » Benessere » "Santa Inquisizione" contro gli ortopedici italiani

"Santa Inquisizione" contro gli ortopedici italiani

L’ignoranza di un tempo faceva sì che le persone si affidassero ai medici con assoluto abbandono, accettando la guarigione o la morte dei propri cari come “destino”. Da quando siamo tutti più istruiti (e più bravi a consultare l’enciclopedia medica sul web!) siamo molto più attenti all’operato dei camici bianchi, il che è un bene ma anche un male.

E’ un bene perchè teniamo d’occhio il loro modo di trattare i malati (non sempre cortese e professionale) e possiamo denunciare gli abusi, ma è anche un male perchè molto spesso vediamo abusi anche dove non ce ne sono. Sono sempre più frequenti i casi di parenti che aggrediscono i medici per un arresto cardiaco durante un’operazione, per una complicazione durante il parto … eventi, questi, che sono previsti dal corso delle cose in natura, dal tipo di fibra più o meno forte che ciascun paziente ha, e non sempre sono opera di errore umano. Le vittime principali di questa “Santa Inquisizione” di accuse e denunce continue, in Italia, sono soprattutto gli ortopedici.

Su circa 7000 professionisti attivi in tutto il Paese pendono oltre 2000 denunce, essendo ormai i medici più spesso protagonisti di cause civili per presunti errori medici, diagnostici o terapeutici. Così, nonostante l’80 per cento delle accuse finisca per decadere, fare l’ortopedico è ormai diventata una professione “pericolosa” tanto che …nonostante il periodo di crisi e disoccupazione …. nessuno studente di medicina intende coprire gli oltre 187 posti di ortopedico vacanti che ci sono al momento in tutto il Paese. Per monitorare le sentenze che coinvolgono gli ortopedici e definire con certezza i contorni del problema nel giugno del 2010 la Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia (SIOT) è stata la prima e per ora unica società scientifica ad aver stipulato un protocollo d’intesa con l’Osservatorio Medico Legale (OrME), associazione nata nel 2007 da una convenzione fra il Tribunale di Roma, l’università romana di Tor Vergata e l’Ordine Provinciale di Roma che monitora le sentenze in ambito di responsabilità professionale medica del Tribunale della Capitale. Esempio da seguire in tutta Italia?

admin

x

Guarda anche

Sesso? D’inverno fa bene più che d’estate

I motivi per far sesso non mancano, non bisogna certo affidarsi alla scienza per trovarli. ...

Condividi con un amico