Home » Benessere » Chiusura punti nascita in Sicilia. In attesa di una svolta.

Chiusura punti nascita in Sicilia. In attesa di una svolta.

Il deputato regionale Pippo Limoli spiega con queste parole la “pausa” nella pubblicazione del decreto che dovrà tagliare 27 punti nascita in tutta la Sicilia: «È stata accolta la mia obiezione sulla procedura, in quanto il decreto in oggetto non poteva essere emanato se prima non veniva sottoposto al parere della commissione di merito».

Sarà questo, o saranno state le vibranti proteste dei sindaci di alcuni comuni seriamente danneggiati da questa decisione … come Petralia Sottana, come Lipari, come la stessa Cefalù. La legge, infatti, mira a chiudere i reparti di Ostetricia dove nascono meno di 500 bambini l’anno, costringendo le partorienti a spostarsi in altre città. Il problema della Sicilia, però, è che spesso ha collegamenti stradali difficili (vedi il caso di Corleone, o di Petralia) oppure ha ospedali situati a grandi distanze tra loro (per non parlare di quello di Lipari, che chiudendo costringerebbe le donne in attesa a prendere l’elicottero per recarsi a Messina!!).

Insomma, le proteste montavano ogni giorno di più e la Regione ha dovuto trovare un appiglio per ritardare l’applicazione del decreto nazionale del Ministero. La sospensione in atto, che durerà un mese, permetterà a politici e tecnici di valutare altre soluzioni e di sistemare quelle in sospeso. Nella speranza di poter accontentare tutti e rimanere allo stesso tempo all’interno degli standard richiesti dall’adeguamento nazionale.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: sta per scadere la proroga

Il Ministero della Salute ha voluto chiudere tutti e due gli occhi, dopo il primo ...

Condividi con un amico