Home » Benessere » Infarto: migliorare prima con la psicoterapia

Infarto: migliorare prima con la psicoterapia

Perdere il controllo del proprio corpo è una sensazione devastante. Quando poi si perde il controllo del cuore, motore principale della vita, il colpo può essere letale … anche se fisicamente si guarisce. Un infarto è una cosa seria, un infarto acuto è uno spavento che cambia la vita. Ecco perché, per guarire, non bastano solo medicine e interventi.

Al San Filippo Neri di Roma si è osservato il decorso ospedaliero di 101 pazienti colpiti da infarti gravi e salvati in tempo grazie a operazioni chirurgiche tempestive. Oltre alle tante terapie mediche e ai controlli periodici, si è affiancato ad alcuni di questi pazienti anche uno psicoterapeuta. Si è visto così che, mentre il recupero fisico per entrambi i gruppi di pazienti era pressoché simile, quelli che avevano avuto in più l’aiuto dello psicoterapeuta avevano mostrato meno ricadute e meno disturbi cardiaci recidivi nei mesi seguenti l’intervento.

La ripresa del corpo, dopo un evento grave come l’infarto, deve essere assistita da una ripresa della sicurezza emotiva. Bisogna recuperare il grande spavento e convincersi che si può ancora condurre una vita decente. Il danno peggiore, nei pazienti infartuati, è infatti la depressione … che sopraggiunge a causa della paura che la malattia ha generato in loro. L’aiuto della psicoterapia può risollevare il morale di queste persone e di conseguenza la loro forza vitale, che li porta ad un miglioramento fisico più veloce e completo. La ricerca verra’ presentata per esteso al Congresso Internazionale di Psiconeuroendocrinoimmunologia che che si terra’ per la primissima volta in Italia, a Orvieto, dal 27 al 30 ottobre.

admin

x

Guarda anche

Una vacanza a Malta? Approfittatene adesso

Perché andare a Malta? E perché andarci adesso? Malta in apparenza è molto poco …uno ...

Condividi con un amico