Home » Benessere » Prevenzione tumori, una "luce rosa"

Prevenzione tumori, una "luce rosa"

La singolare iniziativa che la LILT (Lega Italiana Lotta ai Tumori) ha messo in atto martedì, nell’ambito delle manifestazioni per la XVIII edizione della “Campagna Nastro Rosa”, ha visto illuminare il monumento più importante della Roma politica – il Campidoglio – di una intensa luce rosa.

L’evento è stato promosso anche dal comune di Roma, per ricordare alle donne l’importanza della prevenzione e continuare così la lotta contro ogni forma di tumore. Per dare risalto alla notizia è stata montata ad arte anche una piccola polemica, con l’artista Graziano Cecchini come protagonista. Infatti era stato lui, inizialmente, a prendersi il merito di questo “scherzo rosa” sulla capitale, salvo poi essere smentito dalla LILT che ha di fatto proclamato la propria iniziativa. Ogni anno, per la lotta ai tumori, l’associazione accende di rosa un monumento e nel 2011 è toccato al municipio romano. La testimonial della manifestazione è Federica Pellegrini, la campionessa di nuoto, che dai manifesti e dagli spot TV ha promosso le attività dell’associazione e il “nastro rosa” da indossare per pubblicizzare l’intera campagna.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico