Home » Benessere » Allergie: tra 15 anni colpiranno metà del mondo

Allergie: tra 15 anni colpiranno metà del mondo

Sono in aumento, principalmente nei bambini, ma non sono rari nemmeno casi di adulti che, di punto in bianco, si trovano a dover combattere con questi malanni ormai non più “di stagione”.

Le allergie sono in crescita e la previsione è che colpiranno metà della popolazione mondiale entro il 2025. Lo dicono le stime della EAACI-European Academy of Allergy and Clinical Immunology. Non si parlerà più solo di acari, semi vegetali, polvere o pollini … ma anche di intolleranze alimentari, allergie alle polveri inquinanti, a certi elementi presenti nell’aria delle città vicine alle fabbriche e altro ancora. Insomma, l’inquinamento presenta il conto e a pagarlo saranno sempre più i nostri figli, che nascono ormai già predisposti alle allergie.

L’aumento delle allergie comporta un cambiamento radicale nei sistemi sanitari, anche per l’aumento dei costi di alcune cure. In Italia il sistema non è ancora pronto e soltanto otto regioni previdenti (Piemonte, Val d’Aosta, Lombardia, Provincia autonoma di Bolzano, Toscana, Marche, Puglia, Calabria) si sono industriate per includere un piano contro le allergie nei loro sistemi sanitari. Si sono così organizzati i pazienti in prima persina, ed è pronto a partire il progetto Allergia.Pazienti.org, frutto della collaborazione AAITO (Associazione Allergologi ed Immunologi Territoriali Ospedalieri), Pazienti.org (il primo social network italiano di confronto medico-paziente) e HAL Allergy Italia. I pazienti potranno entrare in contatto con il Centro allergologico piu’ vicino all’interno di una mappa di 50 centri AAITO distribuiti su tutto il territorio nazionale.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché le diete esagerate fanno male

Gli americani le chiamano “Crash Diet” e sono quelle diete super ferree, super intensive, che ...

Condividi con un amico