Home » Benessere » Medicina: i social network come metro su malattie e pazienti

Medicina: i social network come metro su malattie e pazienti

Che i media avessero avuto un grande ruolo nel famoso “allarme pandemia” legato all’influenza H1N1 un paio di anni fa, era ormai stato svelato. Infatti, nonostante l’allarme globale lanciato da ogni organo di informazione, le morti per l’influenza A rimasero nella media delle morti che ogni anno riguardano l’epidemia influenzale.

L’importanza dei media per la diffusione o il ritiro di una notizia ha interessato molto anche le case farmaceutiche che, seguendo le opinioni della gente sui social network, possono formarsi un’idea su cosa spaventa o tranquillizza la gente e diffondere le medicine in base ai bisogni espressi dalle persone. In modo particolare, si punta su TWITTER: il database è perfetto per conoscere i sentimenti della gente in quanto i brevi messaggi “tweet” hanno un massimo di 140 caratteri cosi’ gli utenti sono costretti a esprimere le proprie opinioni e convinzioni in modo molto chiaro e su un particolare argomento molto conciso. Usando i social network come metro per capire l’evolversi di malattie e le reazioni dei pazienti si potranno condurre campagne mirate, progettate in base alla regione o alla popolazione che ha bisogno di una maggiore educazione alla prevenzione. Tali dati inoltre potrebbero essere utilizzati per prevedere il numero di dosi di un vaccino prevedibilmente richieste in una particolare area.

admin

x

Guarda anche

Salire le scale … non solo una questione di dieta

Fare le scale, far la spesa a piedi, andare in centro in bici invece che ...

Condividi con un amico