Home » Benessere » Influenza 2011. Iniziate le vaccinazioni

Influenza 2011. Iniziate le vaccinazioni

E’ la Toscana la prima regione d’Italia a far partire la campagna di vaccinazione per l’influenza annuale e lo fa con una buona scorta di vaccini (oltre 960.000 dosi). I vaccini sono già disponibili presso le ASL e dalla prossima settimana saranno distribuiti ai medici o alle famiglie che ne faranno richiesta.

Come ogni anno, si raccomanda la vaccinazione alle categorie a rischio prima di ogni altro.: persone di età superiore ai 65 anni, persone con patologie precedenti, donne incinte, bambini, specialmente se molto piccoli. La vaccinazione è obbligatoria anche per i parenti delle persone a rischio, in quanto potrebbero ammalarsi e portare in casa il virus, mettendo in pericolo la salute dei propri congiunti. L’influenza non è una malattia mortale, in situazioni normali, e oggi si cerca di renderla innocua anche nelle situazioni più gravi. In Toscana, ad esempio, si distribuirà il vaccino insieme alla vitamina D agli anziani, in quanto questa vitamina protegge da complicanze legate alle ossa, come si sa molto fragili negli anziani.

Dopo l’allarmismo inutile del 2009, con la “pandemia” del virus H1N1 la fiducia della popolazione nelle case farmaceutiche si è abbassata di molto, al punto che l’anno scorso c’è stato un brusco calo negli acquisti delle dosi di vaccino e nella somministrazione delle stesse. Ora la gente ricomincia a fidarsi e le richieste sono già nella giusta norma stagionale. Nonostante le esagerazioni dei media, il vaccino è l’unica arma conosciuta ed efficace per combattere l’influenza e là dove non riesce la prevenzione igienica ci si deve affidare totalmente a questa medicina

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico