Home » Benessere » 29 ottobre, giornata contro l'Ictus

29 ottobre, giornata contro l'Ictus

Una delle malattie che miete più vittime al mondo, dopo il cancro. L’Ictus, ovvero l’ostruzione di vene o arterie che impedisce la corretta circolazione sanguigna nel cervello, è un problema sempre più allarmante soprattutto nei paesi cosiddetti “evoluti”, dove il troppo benessere porta ad eccessi spesso pericolosi.

L’Ictus però può avere anche basi ereditarie, o può essere causato da malformazioni congenite. Per conoscerlo bene, prevenirlo e aiutare la scienza a combatterlo, oggi -29 ottobre 2011 – è stata indetta la Giornata contro l’Ictus. In Italia, dove si verificano oltre 200mila casi di Ictus ogni anno e ben 930mila persone ne portano le conseguenze, questa malattia è responsabile del 12% dei decessi e non è un problema che riguarda soltanto gli anziani. Si registrano infatti sempre più spesso casi di persone relativamente giovani e già vittime di questo dramma (anche a causa del vizio del fumo, sempre più diffuso tra i ragazzi). L’Ictus è anche un problema costoso. Nel complesso, il costo medio annuo a paziente con disabilità grave per famiglia e collettività è di circa 30.000 euro, per un totale di circa 14 miliardi di Euro/anno.

Esistono inoltre problemi strutturali. I pazienti vittime di Ictus che vengono dimessi dalle cure ospedaliere non trovano, al di fuori, altrettanti centri pronti a prendersi cura di loro. Di solito il peso grava sulle spalle delle famiglie che devono trovare da sole i fisioterapisti, i volontari che assistano nei bisogni quotidiani e i consigli medici necessari. La giornata contro l’Ictus vuole quindi portare allo scoperto in modo prepotente il problema. La campagna informativa, infatti, aderisce a quella più ampia a livello mondiale che ha come slogan ONE IN SIX (uno su sei) perchè una persona ogni 6 secondi è vittima di Ictus nel mondo.

admin

x

Guarda anche

Ecco tutti i danni di San Valentino

Festa romantica, festa sognante, festa dell’amore … Macché! San Valentino a volte può essere deleterio, ...

Condividi con un amico