Home » Benessere » Tumore alle ovaie: dal grasso l'energia per le cellule nocive

Tumore alle ovaie: dal grasso l'energia per le cellule nocive

E’ uno dei tumori più gravi, con alte percentuali di mortalità tra le donne che ne sono affette, anche per la difficoltà ad individuarlo bene per tempo. E’ il cancro alle ovaie e oggi pare si capisca finalmente da dove trae energia “vitale”.

La diffusione principale delle cellule cancerogene che poi danno vita al tumore alle ovaie inizia dentro l’addome, nel tessuto adiposo chiamato Omento. Spesso, quando il tumore intacca l’ovaia, è già fortemente diffuso dentro queste cellule di grasso dalle quali trae nutrimento ed energia.

La straordinaria ricchezza di lipidi presente in questa massa adiposa serve alle cellule nocive per vivere e riprodursi a grande velocità, aumentando in fretta il numero delle metastasi. Gli studiosi che stanno valutando questo fenomeno, stanno cercando una soluzione grazie ad una proteina. Si tratta di una proteina nota come proteina vincolante per gli acidi grassi (FABP4) e potrebbe rivelarsi cruciale per questo processo divenendo un bersaglio per il trattamento. Infatti si è notato che inibendo la FABP4 il passaggio di energia da cellula adiposa a cellula cancerogena si riduceva di molto.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico